Le tipologie di bistecchiera elettrica

18 marzo 2019 Off Di admin

I modelli di bistecchiera disponibili sul mercato, si differenziano per dimensioni in base alla tipologia di piastre.

Caratteristiche delle bistecchiere.

In particolare, le bistecchiere maggiormente ingombranti saranno dotate di una  doppia piastra che andrà a determinare una lunghezza ed una profondità del prodotto, ma pure un’altezza maggiore.

Tale tipo più grande potrebbe essere adatto a famiglie numerose così che tutto il cibo sia pronto nel medesimo momento per tutti e tali tipologie di bistecchiere possono arrivare a pesare pure 5 kg.

Il peso non è legato soltanto alle dimensioni del prodotto, ma pure ai materiali costituenti e l’impiego di materiali di qualità ottima quali la ghisa, che si caratterizzano per un peso specifico elevato, porta naturalmente a strumenti pesanti.

Grazie alle bistecchiere elettriche saranno ridotti i tempi di cottura, ed i cibi saranno cotti in modo più uniforme, in particolare dei modelli di tale tipologia sono sono dotati di vaschetta raccogli-grassi, andando a rendere così più agevole la pulizia.

Inoltre, alcuni modelli  di bistecchiera, dispongono di più piastre in dotazione, e si possono intercambiare, quindi si può utilizzare la piastra liscia oppure la piastra ondulata a seconda delle proprie preferenze.

La cottura con la piastra liscia è in genere più veloce, inoltre saranno ridotti i tempi di pulizia con tale tipologia di piastra, il grasso si rimuoverà più facilmente e le incrostazioni saranno più limitate. La piastra ondulata, permetterà il caratteristico aspetto grigliato delle pietanze, andando a renderle più appetibili alla vista e tanto simili all’aspetto su barbecue della cottura alla griglia.

Delle bistecchiere elettriche si aprono  completamente sul lato della cerniera, consentendo di avere una doppia superficie di cottura. L’inconveniente di tale opzione di uso sarà la necessità di dover girare la carne, ma naturalmente si potrà preparare tutto insieme e si potranno servire i commensali in contemporanea.

Altre tipologie di bistecchiere elettriche invece sono dotate di cerniera mobile, che si adatterà e si regola con la possibilità di allargarla o restringerla, in base allo spessore della carne, così da poter cuocere in modo uniforme l’alimento.

Ovviamente come potete vedere in questo articolo, una bistecchiera elettrica ad uso familiare potrà avere una potenza tra 1000 e 2400 Watt. Per stabilire le prestazioni, che derivano dai tempi di riscaldamento delle piastre, occorrerà valutare il rapporto fra superficie e potenza. Dunque, le bistecchiere più grandi per potersi riscaldare in modo rapido, dovranno godere di una potenza di 2400 Watt, per le bistecchiere più piccole saranno invece sufficienti minori potenze.

Un’elevata potenza non solo permetterà tempi di riscaldamento delle piastre maggiormente rapidi, ma permette pure di poter mantenere la temperatura raggiunta a costanti valori durante la cottura.