I cuscini da evitare per chi ha problemi di cervicale

27 febbraio 2019 Off Di admin
I cuscini da evitare per chi ha problemi di cervicale

Quando ci mettiamo a letto, subito ci rendiamo conto se stiamo usando il guanciale giusto. Se il cuscino è di buona qualità e di giorno abbiamo mantenuto una corretta postura, non ci troveremo a fare i conti con i famigerati fastidi alla zona cervicale. Un problema che capita almeno una volta nella vita a tutti. I cuscini in memory o in lattice sono stati progettati proprio per adattarsi alla nostra colonna cervicale così come spiegato su www.cuscinipercervicale.it.

I primi vengono detti “memory foam” perché a memoria di forma: sono perfetti per la cervicale e si presentano in due versioni: esiste il modello standard, con la forma “a saponetta”, e quello ergonomico a “doppia onda”. Questi ultimi sono cuscini sagomati per seguire la linea naturale del collo.

Gran parte dei cuscini per la cervicale è caratterizzata da prodotti ergonomici, sagomati e con un’altezza compresa tra i 9 e 12 centimetri. I guanciali per la cervicale riescono a prendere la forma del collo e della nuca di chi li usa e a tornare normali dopo una manciata di secondi o dopo aver cambiato posizione. Sono rigidi, resistenti e traspiranti.

A cosa dire “no”

Se al mattino ti svegli con il solito fastidio e dolore al collo, c’è qualcosa che non va. Da evitare totalmente i cuscini che si piegano, si abbracciano e si deformano. I guanciali, realizzati in piuma d’oca, non sono per la maggior parte dei casi adatti per chi soffre di dolori alla cervicale. Se da un lato sono molto amati per la loro morbidezza, dall’altra sono considerati i peggiori nemici del vostro collo perché tendono a deformarsi in niente. Il loro vantaggio sta sicuramente nell’elevata capacità di assorbire in modo perfetto l’umidità, favorendo al contempo l’evaporazione del sudore.

Come scegliere

I cuscini devono assicurare a ciascuno di noi un sostegno ai muscoli del collo e delle spalle. Ma come possiamo scegliere il guanciale più adatto alle nostre necessità? Sicuramente la scelta va fatta anche in base al tipo di posizione in cui dormiamo.

Chi dorme sul fianco, avrà bisogno di un cuscini alto. Solo così la postura sarà corretta e il corpo si potrà rilassare totalmente. Il grado di compattezza dovrà essere medio. Chi invece dorme sulla schiena, deve usare un cuscino di media altezza. In questo modo testa e collo avranno il giusto sostegno per riposare bene. Dormire a pancia in giù non è consigliato in quanto questa posizione procura fastidi alla colonna vertebrale perché non segue la naturale curvatura. Se però non potete farne a meno, scegliete un cuscino basso che ridurrà la pressione sul collo. Puntate alla morbidezza!