Frullatori a immersione, diamo un’occhiata ai prezzi

20 novembre 2019 Off Di admin

Prima di esplorare il mondo dei frullatori a immersione già pregustando una deliziosa cenetta fatta con il loro aiuto e un po’ di fantasia, che non guasta mai in cucina, meglio farsi prima due conti in tasca per capire meglio dove andare a parare. Fatta una prima cernita fra il frullatore per principianti o semplici amatori e gli elettrodomestici professionali per chi possiede una pasticceria, rosticceria o simili, concentriamoci sulle fasce di prezzo dei migliori frullatori a immersione ad uso domestico, le cui migliori offerte occhieggiano dal sito www.frullatoreaimmersione.it. Se si hanno le idee chiare su cosa chiedere al frullatore che si sta per acquistare, l’impresa sarà più semplice, complice il listino prezzi, che è un fattore sempre determinante nella scelta.

Partiamo dalla fascia di prezzo più bassa, che include modelli base soprattutto di provenienza asiatica senza molte pretese e a costi irrisori di poche decine di euro. Parliamo di frullatori a immersione in plastica, roba da mercatino, che magari non riuscirà a mantenere le promesse della confezione, tuttalpiù un frullato, un frappè o, al massimo, una vellutata di verdure. Se siamo disposti a salire di fascia potremo trovare modelli di media qualità a prezzi leggermente superiori, intorno ai 100 euro. Non saranno il top di gamma, ma rispetto ai primi rappresentano di sicuro la ‘crema’ dei frullatori, con più garanzia di durata e un pacchetto di accessori da sfruttare per provare a fare qualcosina di diverso.

Salendo al gradino più alto, ci potremo sbizzarrire nella scelta dei migliori frullatori a immersione sul mercato, sempre ad uso domestico, lasciando da parte le macchine professionali che sono un’altra storia per funzionalità, prezzo e tipologia. Il meglio del meglio in fatto di frullatori a immersione per la casa sono modelli semiprofessionali dove la differenza la fanno la qualità del motore e la quantità degli accessori in dotazione, oltre ai materiali che sacrificano la plastica a vantaggio dell’acciaio inox. Questi tipi di frullatori, che sfondano il tetto dei 200 euro, non si limitano a frullare, tritare e impastare, ma fanno anche un bel po’ di altre cose interessanti e delizievoli. Un esempio per tutti, tritare il ghiaccio per una granita o un sorbetto di fine pasto.