Come valutare dimensioni e potenza di un termoconvettore, occhio ai Kw

9 marzo 2020 Off Di admin

Se non si valutano a fondo tutti gli aspetti di un termoconvettore si potrebbe sbagliare acquisto o, peggio, spendere troppo per un prodotto inadeguato. Si può, invece, ridurre la spesa scegliendo modelli che non sono dotati di timer o termostati se questa funzione non è basilare. Ad esempio, se si preferisce accendere il riscaldatore a mano quando lo si ritiene opportuno, probabilmente non serve un timer. Altro interrogativo può interessare quanta energia viene bruciata. L’energia che si consuma su base giornaliera condiziona il ‘peso’ della bolletta sui consumi energetici. E’ come il cane che si morde la cosa, si ritorna al ragionamento di partenza, solo sapendo prima l’entità dello spazio da riscaldare si potrà fare un calcolo oggettivo delle misure e della potenza del termoconvettore di cui si ha bisogno.

Sapendo di avere un grande spazio, si dovrà necessariamente acquistare un modello grande. Il segreto per risparmiare sta nel trovare un apparecchio a basso risparmio energetico, il che non dovrebbe essere difficile di questi tempi in cui ogni elettrodomestico o dispositivo ad uso residenziale rientra generalmente in classi energetiche virtuose sul fronte dei consumi. Si può optare, ad esempio, su unità dotate di interruttori di sicurezza e sensori autobloccanti in modo che le temperature vengano ‘stoppate’ se aumentano troppo. È inoltre possibile acquistare apparecchi con timer ‘intelligenti’ per lo spegnimento automatico quando il funzionamento non si rende necessario. Occhio ai Kw, maggiore è la potenza che si desidera, più si finirà per mettere mano al portafoglio.

Da considerare anche la facilità d’uso, infatti è importante che l’unità che si desidera acquistare sia, sì, dotata di funzioni utili e multiuso, ma al tempo stesso non ci faccia impazzire nel decifrare i comandi e le impostazioni. Oggi, proprio per semplificare l’uso dei moderni dispositivi, i relativi display sono concepiti per un utilizzo intuitivo alla portata di tutti, tendendo a facilitare l’individuazione dei programmi di impostazione e il controllo della temperatura, ben visibile sul monitor. Altri problemi potrebbero riguardare la mobilità dell’apparecchio, che se è particolarmente pesante dovrà montare, preferibilmente, ruote e maniglie per un trasporto più agevole da una stanza all’altra. In questo modo si facilita la mobilità dell’apparecchio e il suo sollevamento. Potrete trovare altre utili info in questo portale tematico sui termoconvettori.