Cancelletti per bambini, come scegliere il migliore

28 febbraio 2020 Off Di admin

Non tutti i cancelletti di protezione per bambini ‘calzano’ alla conformazione della casa dove vanno allestiti. Per questo è importante valutare ‘a priori’ i parametri necessari per la scelta del modello migliore per le proprie esigenze, partendo dalle dimensioni che devono adeguarsi agli spazi disponibili. Per dimensioni non si intendono soltanto larghezza e altezza, per quanto quest’ultima sia standard sopra i 70 centimetri, ma anche la possibilità che danno alcuni modelli di poter essere allungati o ristretti a seconda della zona da interdire. Come dicevamo, l’altezza dev’essere elevata per impedire al bambino anche più grande di poter scavalcare il cancelletto neutralizzando così la sua funzione di ostacolo.

Per quanto riguarda la larghezza occorre scegliere fra modelli fissi o cancelletti estensibili, nel secondo caso si può regolare, nel primo invece bisogna avere già la misura per poterlo commissionare o acquistare di quella dimensione. Quanto ai materiali, è sempre meglio orientarsi su prodotti robusti e durevoli da poter scegliere fra articoli in legno, plastica, metallo e acciaio. La resistenza, in questi casi, è vitale, dovendo sopportare le sollecitazioni del bambino che tenterà, in tutti i modi, di aprirlo, magari senza riuscirci, ma mettendo a dura prova la sua resistenza. In caso di cancelletti estensibili si avrà la possibilità di allungarli da una media di un metro fino a un metro e 20 o giù di lì, ma sono misure standard che possono anche variare a seconda del modello prescelto. 

I cancelletti, sia a pressione che da alloggiare al muro, potranno fungere da indispensabili barriere all’accesso di aree potenzialmente a rischio, come scale di tutti i tipi, sia in salita che in discesa, porte-finestre che danno su balconi o terrazzi e cucine dove ci sono fornelli accesi o altre fonti di calore come la fiamma del caminetto. In tutti i casi, il cancelletto per bambini è un rimedio efficace che tiene lontani i bimbi dalle insidie domestiche rappresentando per i grandi un vero sollievo. Quando, poi, i bambini saranno cresciuti e avranno capito la pericolosità di certi ambienti della casa, allora il cancelletto avrà esaurito il suo compito e potrà essere rimosso. Proprio per questo si consiglia di adottare dispositivi poco invasivi e removibili senza lasciare traccia.

Per ulteriori informazioni sui cancelletti visita il sito https://cancellettoperbambini.it/